Main menu

  home  mail facebook

attimo fuggente

Intendo rendere un breve omaggio ad alcuni maestri che mi hanno ispirato nella letteratura, negli aspetti fantasy della storia, nel metodo della sceneggiatura e nella realizazione della musica cantautoriale.

Mauro Tedeschi

IGNAZIO SILONE

scrittore, giornalista, politico, saggista e drammaturgo italiano. Può annoverarsi tra gli intellettuali italiani più conosciuti e letti in Europa e nel mondo. Il suo romanzo più celebre, Fontamara, emblematico per la denuncia di oppressione e ingiustizia sociale della condizione di povertà, è stato tradotto in innumerevoli lingue. 

Per molti anni esule antifascista all'estero, ha partecipato attivamente e in varie fasi alla vita politica italiana, animando la vita culturale del paese nel dopoguerra; come scrittore è stato spesso osteggiato dalla critica italiana e solo tardivamente riabilitato, mentre all'estero è stato sempre particolarmente apprezzato.

Libro più amato: Vino e Pane

 

ISAAC ASIMOV

Le sue opere sono considerate una pietra miliare sia nel campo della fantascienza sia in quello della divulgazione scientifica. È autore di una vastissima e variegata produzione, stimata intorno ai 500 volumi pubblicati, incentrata non solo su argomenti scientifici, ma anche sul romanzo poliziesco, la fantascienza umoristica e la letteratura per ragazzi...

Libro più amato: il ciclo delle Fondazioni

 

VINCENZO CERAMI

Scrittore e sceneggiatore. Tra i più importanti e prolifici in Italia, nel corso della sua carriera ha collaborato con vari registi tra cui Sergio Citti, Marco Bellocchio, Giuseppe Bertolucci, Gianni Amelio e Antonio Albanese, ma soprattutto Roberto Benigni e Pier Paolo Pasolini (suo insegnante di Lettere alle scuole medie). E' proprio grazie a Pasolini ha iniziato a lavorare nel mondo del cinema, come assistente alla regia.

Libro più amato: consigli ad un giovane Scrittore

 

FABRIZIO DE ANDRE'

Considerato da gran parte della critica uno dei più grandi cantautori italiani di tutti i tempi, in quasi quarant'anni di attività artistica, De André ha inciso quattordici album in studio, più alcune canzoni pubblicate solo come singoli e poi riedite in antologie. Molti testi delle sue canzoni raccontano storie di emarginati, ribelli, prostitute, e sono considerate da alcuni critici come vere e proprie poesie, tanto da essere inserite in varie antologie scolastiche di letteratura già dai primi anni settanta.

Albun più amato: Non al denaro non all'amore né al cielo

Print Friendly, PDF & Email

e-max.it: your social media marketing partner